Antiossidanti, farmaco naturale

Molte volte abbiamo sentito parlare di antiossidanti, ma non tutti ne conoscono la natura, le proprità e ancor meno dove reprirli, vediamo allora di darvi alcune importanti indicazioni tratte dal libro "Leonardo Da Vinci e la Dieta Mediterranea" (scritto da Alfredo Iannello e Marco Biffani ed edito da Amrita Edizioni).

 

Gli antiossidanti possono essere endogeni (prodotti dall’organismo umano) o esogeni, elaborati dalle piante per la propria difesa.

 

Tra le diverse classi di antiossidanti presenti nei prodotti ortofrutticoli freschi, le più comuni sono:

l’acido ascorbico (vitamina C);

 

i carotenoidi (i pigmenti dalla colorazione gialla, arancione e rossa di cui sono ricchi i vegetali e i frutti giallo-arancio per la presenza di betacarotene e quelli rossi come il pomodoro per la presenza di licopene);

 

i composti fenolici (presenti in elevata concentrazione praticamente in tutti gli alimenti di origine vegetale e nell’uva, quindi anche nel vino);

 

i tocoferoli (presenti nei semi oleosi e negli ortaggi a foglia verde) .

 

In cucina: anziché assumere integratori di singole vitamine, minerali e antiossidanti, è molto più efficace consumarli nel loro contesto naturale, cioè nella frutta e negli ortaggi dai colori vivaci.

 

Ingerire solamente il singolo elemento di cui siamo carenti significa ignorare, infatti, la complessa e per molti versi sconosciuta dinamica della natura. Mangiando un’arancia, ottima per la salute, non assumiamo solo vitamina C, ma tutta una serie di altre sostanze benefiche per l’organismo, che agiscono in sinergia con le vitamine e con gli altri enzimi, minerali, ormoni e micronutrienti in essa contenuti in modo ancora ignoto (ma salutare).

 

Proprietà: gli antiossidanti sono particolarmente importanti perché contrastano le ossidazioni prodotte dai radicali liberi, (tossine particolarmente dannose prodotte dalle reazioni chimiche generate soprattutto da quei laboratori che sono le nostre cellule).

 

Il Ministero della Salute statunitense ha messo a punto una scala (ORAC) per misurare la capacità degli antiossidanti di assorbire i radicali liberi (ma ci risulta non sia stata considerata del tutto affidabile). L’alimento più ricco di antiossidanti è il succo d’uva nera. Un bicchiere di succo corrisponde a 5216 unità ORAC.

 

Total votes: 490